Indice delle Parashot di Devarim

 

Se non indicato diversamente i commenti sono di Jonathan Pacifici.

I sunti delle Parashot sono stati compilati da Dante Lattes (qui il testo completo).


Genesi/Bereshit | Esodo/Shemot | Levitico/Vaikrà | Numeri/Bemidbar | Deuteronomio/Devarim


 

Devarim, Deuteronomio 1,1 - 3,22

 

Il primo discorso di Mosé sulle soglie della Terra promessa - Riassunto del viaggio dal Monte Sinai a Qadèsh - Nomina di collaboratori per il governo del popolo - Gli esploratori - Il malcontento popolare - La punizione - Partenza da Qadèsh - Alla frontiera di Moab - Le vittorie contro Sichon e Og e la conquista dei loro territori assegnati alle due tribù di Gad e Reuven e a mezza tribù di Manasse.

 

La prima Parashà del quinto Libro di Mosè non contiene nulla di nuovo. È un riassunto di vecchie vicende, è uno sguardo rapido al passato. È questo il carattere del Libro in generale, composto di devarim, di discorsi rivolti da Mosè al popolo, nei quali si rievocano in succinto i fatti, le leggi, le ammonizioni, i consigli dati negli altri libri dall’uscita dall’Egitto in poi. Per questo il quinto Libro di Mosè ha preso il nome di Mishnèh Torà o ripetizione della legge, termine che è stato tradotto in greco e poi è passato nel latino e nelle lingue moderne col vocabolo Deuteronomio che significa appunto seconda Legge.

 

Testo e traduzione

Devarim, facsimile dal Pentateuco di Shadal

Discorsi sulla Torà: Devarim, rav Riccardo Pacifici z”l

Parashat Devarim, Dante Lattes da Nuovo Commento alla Torà

La parashà cantata, Jonathan Pacifici

Lezione di Pinchas Leiser, audio, fonti

Echà?

Camminare da soli

La benedizione di Moshè

Il Giudice e il giudice

L’universalità della Torà

Abbiamo grandemente dato…

Guarire le lingue

Devarim, tra Torà Scritta e Torà Orale

Il tabù del Monte del Tempio

L’haftarà di Devarim 

Il testo dell’haftarà

Rapporto dell’haftarà con la circostanza: Nella settimana successiva al sabato in cui si legge la parashà di Devarim cade il digiuno del 9 di Av e secondo tutti i riti si legge una haftarà contenente rimproveri e minacce.

Tutte le haftarot di Devarim nella traduzione di Shadal


 

Vaetchannan, Deuteronomio 3,23 - 7,11

 

La preghiera di Mosè e la ripulsa di Dio - Raccomandazioni di Mosè al popolo contro l’idolatria - Le città di rifugio - I Dieci Comandamenti - L’amore verso Dio - Rapporti coi popoli pagani e loro pericoli.

 

Mosè ricorda d’aver chiesto a Dio che gli concedesse di entrare nella Terra promessa nonostante la colpa che aveva commesso e d’averne ottenuto un rifiuto. Non gli era rimasto quindi che nominare il suo successore e prepararsi alla dipartita. Ma prima aveva creduto suo dovere raccomandare al popolo l’osservanza delle buone leggi promulgate e soprattutto la condanna dell’idolatria, massimo pericolo per la vita nazionale. Quindi Mosè ricorda la rivelazione del Sinai, i Dieci Comandamenti e i principali fondamenti del suo insegnamento: l’unità e l’amore di Dio, e i grandi benefici di cui gli Ebrei erano stati oggetto dall’Egitto in poi. Ora si sarebbero trovati a contatto con popolazioni idolatre, dal cui esempio avrebbero dovuto guardarsi per mantenere intatta la propria santità.

 

Testo e traduzione

Vaetchannan, facsimile dal Pentateuco di Shadal

Discorsi sulla Torà: Vaetchannan, rav Riccardo Pacifici z”l

Parashat Vaetchannan, Dante Lattes da Nuovo Commento alla Torà

Le domande dei figli  

Derisione o ammirazione  

Le nostre colpe, quelle degli altri  

Faremo ed ascolteremo o ascolteremo e faremo?  

Lo Shabbat   

La preghiera, non esaudita, di Moshè  

Cosa chiediamo con la preghiera?  

La rinuncia di Moshè ad entrare in Israele 

La tefillà, non accolta, di Moshè

L’haftarà di Vaetchannan

Rapporto dell’haftarà con la circostanza: Il sabato in cui si legge la parashà di Vaetchannan è sempre il primo sabato dopo il 9 di Av.  La haftarà di questo sabato e quelle dei sei (o, secondo l’uso meno diffuso, due) sabati successivi non sono di argomento analogo a quello della parashà, ma sono le haftarot dette di consolazione, tratte tutte dalla seconda parte del libro di Isaia, nella quale è annunziato il risorgimento di Israele dopo l’esilio.

Il testo dell’haftarà

Tutte le haftarot di Devarim nella traduzione di Shadal


 

Ekev, Deuteronomio 7,12 - 11,25

 

I benefici effetti dell’osservanza della legge - L’aiuto di Dio nell’impresa contro le nazioni idolatre - La lezione della storia recente - L’avvenire felice sotto la protezione divina, nella disciplina morale della vita collettiva - La rovina nazionale come conseguenza dell’abbandono dell’idea monoteistica - Dio autore del successo - Gli errori passati e il perdono ottenuto dal profeta a favore del popolo - Le prime tavole, il vitello d’oro, le seconde tavole - L’elezione di Israele, l’amore di Dio, la lode della terra promessa.

 

Testo e traduzione

Ekev, facsimile dal Pentateuco di Shadal

Discorsi sulla Torà: Ekev, rav Riccardo Pacifici z”l

Parashat Ekev, Dante Lattes da Nuovo Commento alla Torà

Lezione di Mordechai Rabello

Mizvot che un ebreo non deve calpestare col proprio tallone, Avraham Tenenbaum

Le berachot

Tutti uniti in Erez Israel

Cosa significa benedire

La devekut

Il premio delle mizvot in questo mondo?

Quello che manca nel secondo brano dello Shemà

La pioggia di Erez Israel

L’haftarà di Ekev 

Rapporto dell’haftarà con la circostanza: Haftarà di consolazione, tratta dalla seconda parte del libro di Isaia, nella quale è annunziato il risorgimento di Israele dopo l’esilio.

Il testo dell’haftarà

Tutte le haftarot di Devarim nella traduzione di Shadal


 

Reè, Deuteronomio 11,26 - 16,17

 

Le due vie, quella del bene e quella del male - La distruzione degli idoli e il Santuario centrale - Il divieto del sangue - Il falso profeta - I cattivi consiglieri - La città idolatra - I cibi proibiti - Le decime - L’anno della remissione dei debiti e dell’emancipazione dei servi - Le primizie - Le tre ricorrenze festive

 

Testo e traduzione

Reè, facsimile dal Pentateuco di Shadal

Discorsi sulla Torà: Reè, rav Riccardo Pacifici z”l

Parashat Reè, Dante Lattes da Nuovo Commento alla Torà

Lezione di Eliahu Ben Zimra

Interpretazione di Deut. 12; 20-21 (Shechità), rav Riccardo Di Segni

Denaro e zedakà 

Quando usciamo dall’Egitto? 

Volere e potere  

Il bivio quotidiano 

I limiti del lutto 

L’haftarà di Reè

Rapporto dell’haftarà con la circostanza: Haftarà di consolazione, tratta dalla seconda parte del libro di Isaia, nella quale è annunziato il risorgimento di Israele dopo l’esilio.

Il testo dell’haftarà

Tutte le haftarot di Devarim nella traduzione di Shadal


 

Shofetim, Deuteronomio 16,18 - 21,9

 

La costituzione dei Tribunali e l’amministrazione della giustizia - Pene contro gli idolatri - Il tribunale supremo - Il re e i suoi doveri - Sacerdoti e leviti e loro prerogative - Il profeta invece del mago - Le città di rifugio - La legislazione criminale - I falsi testimoni - La guerra e l’esenzione dal servizio militare - Il diritto di guerra - l’espiazione per un omicidio commesso da ignoti

 

Testo e traduzione

Shofetim, facsimile dal Pentateuco di Shadal

Discorsi sulla Torà: Shofetim, rav Riccardo Pacifici z”l

Parashat Shofetim, Dante Lattes da Nuovo Commento alla Torà

La giustizia in Shofetim ed Itrò, rav Alberto Funaro

Shofetim: l’entrata in guerra, M° Cesare Efrati

I tre poteri  

L’Eglà Arufà 

Il testimone in tribunale  

La guerra  

Verso la Teshuvà  

Torà nazionale e Torà privata  

La guerra dello Shemà 

L’haftarà di Shofetim 

Rapporto dell’haftarà con la parashà: La parashà dà le norme per il re ideale, nella haftarà Samuele spiega che cosa esigerà il re dal popolo.

Tutte le haftarot di Devarim nella traduzione di Shadal


 

Ki tezzè, Deuteronomio 21,10 - 25,19

 

Il matrimonio con una donna prigioniera di guerra- Diritti del primogenito - Il figlio ribelle e scapestrato - Il corpo dell’impiccato - Il dovere di riportare al proprietario oggetti o animali smarriti e di aiutarlo a rialzare l’animale caduto - La distinzione dei sessi - Il nido di uccelli - Il parapetto al tetto - La distinzione della specie nelle piante e negli animali - La sposa sospetta - Casi vari di adulterio o di violenza - Divieti di matrimonio - Norme per la purezza dell’accampamento - Lo schiavo fuggitivo - La prostituzione - L’usura - I voti - Il divorzio - L’esenzione dal servizio di guerra - Il pignoramento e il pegno - Doveri verso l’operaio, lo straniero, l’orfano, la vedova e i poveri - Il levirato la chalizàh - Il commercio onesto - Ricordatevi di Amaleq

 

Testo e traduzione

Ki tezzè, facsimile dal Pentateuco di Shadal

La parashà cantata, Jonathan Pacifici

Discorsi sulla Torà: Ki tezzè, rav Riccardo Pacifici z”l

Parashat Ki Tezè, Dante Lattes da Nuovo Commento alla Torà

Lezione di Ariel Rathaus, audio, fonti

Riflessioni sulla Torà, codice legale

Il processo costruttivo delle mizvot

Il figlio ribelle e la Teshuvà

L’etica militare di Israele

La prigioniera Yfat Toar

Il nido dell’anima

Il perdono del figlio ribelle

L’haftarà di Ki tezzè

Rapporto dell’haftarà con la parashà: La parashà contiene parecchie norme relative alla guerra, e la haftarà narra una delle più importanti battaglie sostenute da Israele.

Tutte le haftarot di Devarim nella traduzione di Shadal


 

Ki tavò, Deuteronomio 26, 1 - 29, 8

 

Le primizie - Il monumento di pietre e l’altare sulla riva occidentale del Giordano - La benedizione sul monte Gherizim e la maledizione sul monte Eval - Le liete promesse e le severe minacce

 

Testo e traduzione

Ki tavò, facsimile dal Pentateuco di Shadal

La parashà cantata - Gadiel Piperno

Discorsi sulla Torà: Ki tavò, rav Riccardo Pacifici z”l

Parashat Ki Tavò, Dante Lattes da Nuovo Commento alla Torà

L’haggadà di Pesach in 4 versi. O in 5?

Oggi

La riconoscenza

Le cose nascoste

Colpe e meriti

I Biccurim e la Tefillà

Il monumento alla Torà

La profezia delle sciagure

L’haftarà di Ki tavò

Rapporto dell’haftarà con la parashà: Nella haftarà è narrata l’esecuzione dei comandi contenuti nella parashà di scrivere la Torah su pietre e di proclamare le benedizioni sul monte Gherizim e le maledizioni sul monte Eval.

Il testo dell’haftarà

Tutte le haftarot di Devarim nella traduzione di Shadal


 

Nizzavim, Deuteronomio 29, 9 – 30, 20

 

Tutto Israele, presente e futuro, partecipe alla conclusione del patto - Pentimento e risorgimento - Carattere della Torah - Le due vie: la via della vita e quella della morte

 

Testo e traduzione

Nizzavim, facsimile dal Pentateuco di Shadal

La Parashà cantata

Discorsi sulla Torà: Nizzavim, rav Riccardo Pacifici z”l

Parashat Nizzavim, Dante Lattes da Nuovo Commento alla Torà

Ereditarietà e responsabilità

L’insegnamento di un bambino

Teshuvà permanente

La copertura e lo svelamento

La gioia di Rosh ha Shanà

Lo shofar, Hallel di Rosh haShanà

Prepararsi ad essere comunità

La stabilità

L’haftarà di Nizzavim

Rapporto dell’haftarà con la parashà: Giosuè, giunto agli ultimi giorni della sua vita, radunò il popolo analogamente a quanto aveva fatto Mosé, come narrato nella parashà.

Il testo dell’haftarà

Tutte le haftarot di Devarim nella traduzione di Shadal


 

Vaielech, Deuteronomio 31, 1 – 31, 30

 

Il discorso di congedo di Mosè - La consegna della Torà ai sacerdoti e agli anziani - La settennale lettura della Torah a tutta la popolazione - Nuovi ammonimenti - Preludio alla cantica di Mosè

 

Nota: Poiché Vaielech viene letta quasi sempre con Nizzavim, molti commenti su

quest’ultima si riferiscono anche ai contenuti di Vaielech.

 

Testo e traduzione

Vaielech, facsimile dal Pentateuco di Shadal

Discorsi sulla Torà: Vaielech, rav Riccardo Pacifici z”l

Parashat Vaielech, Dante Lattes da Nuovo Commento alla Torà

L’ultima mizvà

Il Viddui

L’haftarà di Vaielech e dei digiuni

Rapporto dell’haftarà con la circostanza: La parashà di Vaielech viene letta o nel sabato che precede Rosh haShanà o in quello che cade fra questa festa e Kippur. La haftarà comincia con l’invito a rivolgersi a Dio e a ritornare a Lui, come appunto si deve fare specialmente nei giorni penitenziali.

Il testo dell’haftarà

Tutte le haftarot di Devarim nella traduzione di Shadal


 

Haazinu, Deuteronomio 32, 1 – 32, 52

 

La Cantica di Mosè - Invocazione al Cielo alla Terra - La lealtà di Dio e l’infedeltà d’Israele - La paternità di Dio - La lezione della storia - L’elezione di Israele - La sua ingratitudine - Il castigo - La divina pietà - Ultimi consigli di Mosè - L’ascesa di Mosè sul Nebo incontro alla morte

 

Testo e traduzione

Haazinu, facsimile dal Pentateuco di Shadal

La Parashà cantata

Discorsi sulla Torà: Haazinu, rav Riccardo Pacifici z”l

Parashat Haazinu, Dante Lattes da Nuovo Commento alla Torà

La cantica della Storia

Shabbat e teshuvà

Montagne appese a capelli

Baruch Shem Kevod

Il vicolo cieco e la sua uscita

Lo sforzo di studiare la Torà

Haazinu e Succot

Quando Rosh HaShanà prepara Shabbat Teshuvà

L’haftarà di Haazinu

Rapporto dell’haftarà con la circostanza: Nella haftarà come nella parashà, si insiste sul concetto della giustizia divina. L’affermazione dell’efficacia della penitenza rende poi la haftarà adatta ad essere letta il sabato vicino al giorno di Kippur.

Tutte le haftarot di Devarim nella traduzione di Shadal


 

Vezot haberachà, Deuteronomio 33, 1 – 34, 12

 

La benedizione di Mosè al popolo d’Israele - La morte di Mosè

 

Testo e traduzione

Vezot haberachà, facsimile dal Pentateuco di Shadal

La Parashà cantata

Il Kit del Hatan Torà

Discorsi sulla Torà: Vezot haberachà, rav Riccardo Pacifici z”l

Parashat Vezot Haberachà, Dante Lattes da Nuovo Commento alla Torà

Midrash: La morte di Moshè

Derashà del Hatan Torà, David Pacifici

Fidanzati e sposi della Torà

Gli ultimi otto versi 

Prepararsi al nuovo ciclo di studio

Moshè, Maestro prima che profeta

La vera gioia della Torà

Derashà di Simhat Torà e Shabbat Bereshit

L’attesa di Moshè 

L’haftarà di Vezot haberachà 

La haftarà di Vezot haberachà si legge solo in Erez Israel perché nella diaspora questa parashà non può mai capitare di sabato.

Tutte le haftarot di Devarim nella traduzione di Shadal

 


Genesi/Bereshit | Esodo/Shemot | Levitico/Vaikrà | Numeri/Bemidbar | Deuteronomio/Devarim